Più di 30 anni di Golden Circus Festival

Per molti intellettuali è sotto cultura. Per gli altri, i migliori, il Circo è la madre di tutti gli spettacoli da sempre. Quando la prima tribù si è riunita in cerchio e lo sciamano ha parlato alla sua gente, ecco, quella è la prima vera espressione del Circo come raccontava Mario Verdone.
Nel mondo le arti circensi sono considerate espressione del corpo, studio e potenzialità del proprio fisico e delle capacità di ognuno di noi, forma d’arte imprescindibile.

golden circus

Nel nostro Paese, invece, il Circo è sottovalutato. I media e le istituzioni ci attaccano perché, a detta loro, socialmente inutili, influendo sulle persone, sui bambini, sulla magia che il Circo trasmette da secoli alla propria gente.
Non c’è sensibilità da parte di chi, forse, non è più abituato a sognare e a vedere al di là dei soldi e del tran tran quotidiano, e credetemi, è un peccato. Il Circo è importante per la società. E’ la storia. E’ il primo esempio di spettacolo che ci perviene dal mondo antico.
È una continua evoluzione di noi stessi, una ricerca spasmodica del nostro essere, è una mutazione del corpo, espressione e linguaggio in ogni suo atteggiamento. Gli acrobati, i funamboli, i trapezisti riescono a comunicare con il proprio corpo tutta la meraviglia che ci circonda, trasmettendo libertà e fantasia.
Il Circo è quel mondo da sempre sognato da piccoli, che poi crescendo, dimentichiamo. Il Circo è un richiamo, a livello inconscio, un qualcosa che ci riporta istintivamente alla memoria, il nostro passato tramandato di generazione in generazione.
Dentro ognuno di noi esiste un Circo, un richiamo innato, una natura complessa che ci rende parte del tutto.
Rinnegarlo vorrebbe dire rinnegare la storia che l’ha eletto come prima forma d’arte.

Gli artisti vincitori del golden artist oro

Il Golden Circus Festival ha coinvolto oltre 3.000 ARTISTI PROVENIENTI DA TUTTO IL MONDO. A seguire i vincitori delle XXXII edizioni:

1985 Kehaiovi (Bulgaria) Acrobazie alla bascula
1986 Antony Gatto (U.S.A.) Jonglerie
1987 non assegnato
1988  Mr. Lotara (Germania) Filo alto
1989  Pellegrini (Italia) Pose plastiche
1990  Kenya’s Boys (Kenya) Acrobatica a terra
1991 Carrilo Brothers (Colombia) Filo alto
1992 Sicuan Acrobatic Troupe (Cina) Antipodismo ai tamburi
1993  Pliev (Ossezia, Russia) Cosacchi a cavallo
1994  Trio Rijkov (Bielorussia) Trapezio
  Ex equo Philippart e Angia (Olanda) La grande illusione
1995  Troupe Baidin (Russia) Le pertiche
  Ex equo Victor Chemchour (Russia) Gli orsi in pista
1996  Duo Aragon (Francia) Sostenuto aereo
  Ex equo Hebei Acrobatic Troupe (Cina) Antipodismo
1997  Immagination (Russia) Corde volanti
1998  Troupe Billea (Romania) Acrobazie alla bascula
Ex equo Iriston (Russia) Cosacchi a cavallo
1999  Troupe Hailafov (Russia) Pertiche oscillanti
  Ex equo Duo Mescarovi (Bulgaria) Anelli
2000  Xavier Lamourex (Canada) La corda di seta
2001  Viorel (Romania) Acrobazie alla bascula
2002  Troupe Eshimbekovi (Kirgizistan) Cosacchi a cavallo
2003  Wuhan Acrobatic Troupe (Cina) Acrobatica ai pali
2004  Kantemirov Troupe (Russia) Cosacchi a cavallo
2005  Zhe Jiang Acrobatic (Cina) Antipodismo
  Ex equo Troupe Morambong PyongYang (Cina) Acrobatica all’altalena e alla bilancia
2006  Scuola di Circo di Shanghai (Cina)
2007  Scuola di Circo di Inner (Mongolia, Cina)
2008  Li Siyu e Tang Ronghai – Dalian Troupe (Cina) Contorsionismo moderno
2009  Hugo Noel (Canada) Ruota CYR
2010  Troupe Morambong PyongYang (Cina) Volanti
2011  Tashkenbaev Group (Uzbekistan) Filo Alto
2012  Circo Naz.  Pyongyang – Hwan Gyong U Flying trapeze
2013 Bartolo Messina (Italia) Cavalli in libertà
2014 Du Quan Ho (Vietnam) Equilibrismo aereo
2015 Jiang Xueya (Cina) ex-equo Spicy Circus (Canada)